Username Password  
  Forgot your password?  
ItalianoEnglish
 
  COME VEDERE L'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA HOW TO SEE CONTEMPORARY ARCHITECTURE
COME VEDERE L'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA HOW TO SEE CONTEMPORARY ARCHITECTURE
HOME
ARCHITECT | LOCATION | TYPOLOGY | EXHIBITIONS | ADVANCED SEARCH
INSIDE AR   
AR DATABASE
Architect
Location
Typology
Exhibitions
Advanced search
News
|
AR Info
FAQ
Registration
About AR
Contacts

 
CITTÀ DI CULTURA, CULTURA DELLA CITTÀ
Dialoghiamo sul ruolo di cultura, turismo e ricerca per lo sviluppo di Siena e del suo territorio

Siena, Cittò di cultura, cultura della città, giugno 2019, Accademia Senese degli IntronatiLe sfide che interessano le politiche di sviluppo e di cambiamento della società contemporanea sono legate alle aree urbanizzate e al ruolo centrale delle città, che stanno diventando i veri centri vitali delle economie, della cultura e della ricerca. Oggi è in atto a livello internazionale e europeo una vera e propria competizione tra le città, che stanno assumendo un ruolo fondamentale nei confronti delle politiche nazionali. Molte città si sono già attrezzate per tentare di offrire un’alta qualità di vita e di lavoro, altre mostrano ritardi e rischiano la decadenza.

I centri storici delle maggiori città europee stanno vivendo un processo di trasformazione profondo dovuto in gran parte alla forte pressione turistica che trasforma abitazioni e attività commerciali di prossimità in servizi per il turista. Gli abitanti lasciano le loro case, che vendono o affittano, e i centri storici sono abitati in sempre maggior numero da persone di passaggio, rischiando di diventare rappresentazioni di se stessi. Molte città stanno attuando politiche di dissuasione con normative restrittive e tassazioni, ma non riescono ad impedire il diffondersi del fenomeno.

In questo contesto, l’Italia, caratterizzata da poche grandi città e numerosi centri di media e piccola dimensione, necessita di una lungimirante politica pubblica nazionale in grado di superare l’inadeguatezza della strumentazione urbanistica vigente, il peso della rendita fondiaria nell’economia urbana e la crisi del mercato immobiliare.

I piccoli centri delle aree interne si stanno spopolando per mancanza di attività economiche e la soluzione non può essere trovata per tutti nell’offerta turistica.

La salvezza di questi centri, la possibilità di riportare vita e prospettive di sviluppo al loro interno, passa anche, e talvolta soprattutto, attraverso il recupero di una loro dimensione culturale, che non significa solo passivo sfruttamento delle bellezze artistiche ambientali e architettoniche, ma capacità di inserire tali valori in un sistema di elaborazione, ricerca e produzione che innalzi alla massima valenza il complessivo patrimonio di capacità e saperi insiti nel contesto urbano.

Cultura nell’accezione più ampia, non solo legata alla storia e alla qualità dei luoghi fisici, ma soprattutto orientata alla valorizzazione delle capacità e dei talenti legati ai molti campi della cultura, artistica umanistica e scientifica.

Siena sta affrontando la revisione dei suoi strumenti urbanistici e quindi appare proficuo favorire un dialogo e un confronto su temi che riguardino la città e il territorio nella prospettiva dello sviluppo economico e della valorizzazione culturale. Recenti esperienze di città dimensionalmente paragonabili a Siena possono offrire un utile spunto per rivedere le linee di indirizzo per lo sviluppo futuro della città. Innovazione nel saper fare, connubio tra innovazione e tradizione artigiana, forte impatto della cultura sullo sviluppo economico e sostenibilità sono le vie che il dibattito in corso più aggiornato consigliano di praticare.



Siena, Cittò di cultura, cultura della città, giugno 2019, Accademia Senese degli Intronati



Via di Città, 75
Siena giovedì 13 giugno 2019



ore 9:30-13:00

Siena, Cittò di cultura, cultura della città, giugno 2019, Accademia Senese degli IntronatiSaluti
Roberto Barzanti, Presidente Accademia Intronati

Introduzione
Marina Gennari, Accademia degli Intronati

Carlo Nepi
Cultura e progetto della città

Massimo Bignardi
L’utopia ha lasciato la città. In prospettiva solo decorazione e lifting urbano?

Alessandra Viviani
Innovazione e dialogo culturale nello spazio del Santa Chiara Lab

Marisa Fantin
Difendere la città storica con il progetto, il caso di Vicenza

Valerio Barberis
L’esempio di Prato

Marcello Aitiani
Public Art e rigenerazione urbana


ore 15:00-18:30
Interventi di

Fabio Bizzarri, Presidente Siena Jazz

Miriam Grottanelli, Siena Art Institute

Stefani Di Bello, Opera Laboratori Firenze

Pierluigi Piccini, Spazio Siena

Francesco Michelotti, Assessore all’urbanistica del Comune di Siena

Nicola Valente, Presidente Ordine Architetti PPC di Siena

Eugenia Vanni, Museo d’Inverno

Augusto Mazzini, Accademia Intronati

Stefani Jacoviello, Accademia Chigiana

Carlo Pizzichini, Arte dei Vasai

Stefano Maggi, Università di Siena

Riccardo Butini, Università di Firenze




Credits: text edit by Accademia Senese degli Intronati



 
 
Contacts    Copyright © 2004 - 2019 MONOSTUDIO | ARCHITECTOUR.NET
 
| Disclaimer | Conditions of use | Credits |