Username Password  
  Forgot your password?  
ItalianoEnglish
 
  COME VEDERE L'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA HOW TO SEE CONTEMPORARY ARCHITECTURE
COME VEDERE L'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA HOW TO SEE CONTEMPORARY ARCHITECTURE
HOME
ARCHITECT | LOCATION | TYPOLOGY | EXHIBITIONS | ADVANCED SEARCH

BUILDING
 
 
La Serenissima - Palazzo Campari
Campari Headquarters
Top
DESIGNER
 
 
Eugenio Soncini

Ermenegildo Soncini

Top
DESCRIPTION
 
Eugenio Soncini Ermenegildo Soncini La Serenissima Campari MilanoL’edificio denominato “La Serenissima” di via Turati a Milano è opera dei fratelli Soncini. Eugenio ed Ermenegildo Soncini, nel corso di una lunga ed intensa attività, hanno firmato un gran numero di opere a Milano così come nel resto d’Italia e all’estero che, per ispirazione e importanza, li pongono fra i protagonisti del loro tempo. Ricordiamo tra queste: il palazzo SKF (1948-1950), il grattacielo Breda o Milano (1954), il palazzo Galbani (1954-1955), la Torre Tirrena (1956), il palazzo delle Assicurazioni di Milano ( 1958-1965), la clinica Capitanio (1949-1950), la clinica La Madonnina (1957-1959) e l’albergo Ambrosiano (1955-1956).

Eugenio Soncini Ermenegildo Soncini La Serenissima Campari MilanoLe necessità della Società committente, la Campari, consistevano essenzialmente nella realizzazione di un edificio per uffici dotato di un’organizzazione distributiva interna molto flessibile e con un rapporto tra superficie coperta e superficie utile molto elevato. Lo studio della struttura portante è stato condotto, congiuntamente, tra lo studio degli architetti progettisti dell’intero complesso, i Soncini, e l’ufficio progetti della ditta esecutrice delle strutture. E’ da evidenziare però che non si è trattato di uno scambio di prescrizioni tecniche da un lato ed estetiche dall’altro, ma di una vera e propria collaborazione, con lo scopo di raggiungere il migliore equilibrio possibile tra forma e struttura, assolutamente indispensabile in un tipo di edificio come questo nel quale la struttura si identifica con l’architettura. Determinante per il risultato estetico dell’edificio è stato l’impiego dell’acciaio lasciato a vista. Questo materiale è stato utilizzato sia per la struttura portante, dove normali lamiere saldate costituiscono i pilastri, che in comuni lamiere grecate, poste nel soffitto del porticato a piano terreno, allo scopo di ottenere una certa coerenza nell’impiego dei materiali e un gradevole gioco chiaroscurale, realizzando così il binomio struttura architettura.

Per quanto riguarda le facciate dell’edificio del‘68, queste sono di due tipi, completamente differenti.
Una, del corpo uffici su via Turati e parte di via Cavalieri, (sia verso il giardino che verso strada) è costituita da superfici ampiamente vetrate e zone cieche di pannelli di vetro retroverniciato di color bronzo. L’altra, interamente su via Cavalieri, per la parte destinata alle abitazioni (che si affacciano anche verso il giardino) è caratterizzata da superfici metalliche molto più chiuse, pannellature d’acciaio verticali che si alternano con finestre verticali e fasce vetrate orizzontali posizionate nelle zone alte delle pareti perimetrali degli ambienti.
Top
LOCATION
 
Continent
Europe
Nation
Italy [Italia]
Region
Lombardy [Lombardia]
Province
Milan [Milano]
Town
Milan [Milano]
Neighborhoods
Zona 1
Address
Via Filippo Turati 25-27, Via Bonaventura Cavalieri 4
 
 
Top
MAP
 
 
Top
TYPOLOGY
 
ARCHITECTURE
Residential buildings
Multiple dwelling
Buildings for offices and professional practises
Offices

LANDSCAPE ARCHITECTURE AND NATURAL ENVIRONMENTS
Landscape architecture
Private gardens
Top
CHRONOLOGY
 
Project
1966    
Realisation
1966 - 1968
Top
CLIENT
 
 
Soc. Campari
Top
ANNOTATIONS
 
 


Dossiers about La Serenissima
Top
CREDITS
 
 
Text and images courtesy by Park Associati

Eugenio Soncini Ermenegildo Soncini La Serenissima Campari Milano



If you haven't already clicked on the photo strip at the top of the page, for the gallery of photos [6 images], enter here
 
 
Contacts    Copyright © 2004 - 2017 MONOSTUDIO | ARCHITECTOUR.NET
 
| Disclaimer | Conditions of use | Credits |