Username Password  
  Forgot your password?  
ItalianoEnglish
 
  COME VEDERE L'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA HOW TO SEE CONTEMPORARY ARCHITECTURE
COME VEDERE L'ARCHITETTURA CONTEMPORANEA HOW TO SEE CONTEMPORARY ARCHITECTURE
HOME
ARCHITECT | LOCATION | TYPOLOGY | EXHIBITIONS | ADVANCED SEARCH

BUILDING
 
 
Felsen-therme Thermal Bath
Top
DESIGNER
 
 
Peter Zumthor

Top
DESCRIPTION
 
Quotation
Peter Zumthor - Therme Vals"We spent years developing the concept, the form, and the working drawings of our stone-built thermal baths. Then construction began. I was standing in front of one of the first blocks that the masons had built in stone from a nearby quarry. I was surprised and irritated. Although everything corresponded exactly with our plans, I had not expected this concurrent hardness and softness, this smooth yet rugged quality, this iridescent gray-green presence emanating from the square stone blocks. For a moment, I had the feeling that our project had escaped us and become independent because it had evolved into a material entity that obeyed its own laws."

Peter Zumthor, "The body of architecture. 1996", in Thinking Architecture, Birkhäuser - Publishers for Architecture, Basel - Boston - Berlin, 1998, p. 54
Quotation
Peter Zumthor - Therme Vals"I understood that, out of the thinnest elements possible, I needed to build the massiveness and homogeneity of a block of rock. Like in woven fabric: the thinner the thread you use and the more densely you press them together, the more solid, smoother fabric you get."

Peter Zumthor, in Barbara Stec, "Conversazioni con Peter Zumthor/Conversations with Peter Zumthor", Casabella 719, febbraio/february 2004 [Modi d'abitare], p. 10, 92 (6-13, 90-95)
Appunti di viaggio
Un racconto all'interno della materia

Le Terme di Vals sono un’elegia della pietra e dell’acqua.
L’opera è stata realizzata con una pietra da costruzione locale, la quarzite di Vals, di colore grigio-verde, che Peter Zumthor ha utilizzato con la particolare tecnica del paramento murario. L’uso che ne fa è del tutto eccezionale: è la re-invenzione di un materiale noto da secoli.
Peter Zumthor - Therme ValsVisitare l’opera è un’esperienza unica: un universo di sensazioni, suoni, colori, odori… un luogo dove la presenza dell’acqua e la possibilità d’immergersi allarga la percezione dell’architettura all’intero apparato sensorio.
Il senso del racconto è molto forte ed è un racconto esemplare, che ha il tempo e la tensione di una caccia al tesoro: il “cuore” dell’opera?
Il percorso d’ingresso è un percorso iniziatico. Nero alle pareti, controsoffitti di teli neri traslucidi, dimensioni ridotte sia in larghezza che in altezza.
Ad un primo sguardo, l’uso pervasivo della pietra sembra dare alla costruzione un senso di grande omogeneità. Appena la luce diventa radente, però, le superfici si animano e ci accorgiamo che qualcosa di molto profondo è cambiato.
All’interno, sono i tagli nei soffitti che proiettano lamine di luce radente sulle pareti e, sfiorando la superficie della materia, ne rivelano la vibrazione. Evidenziando le leggere difformità del montaggio, le leggere sfalsature nella tessitura dei ricorsi materici, la luce fa raccontare alla pietra la sua essenza, così nota eppure così nuova.
Le variazioni dello stato della materia sono una sorta di filo d’Arianna da seguire per scoprire l’opera, per leggerne l’architettura.
Dalle pareti levigate dell’esterno alla vibrazione materica rivelata all’interno, e poi ancora alla scabrosità dei massi sovrapposti appena sbozzati che formano le pareti della “stanza” dove sgorga l’acqua, il luogo dove l’elemento fluido si trova alla sua temperatura naturale: siamo arrivati alla sorgente. L’ingresso al “cuore” delle terme avviene attraverso un cunicolo che sembra scavato in un masso di pietra: la sorgente è un “vano nascosto” risuonante d’acqua. Siamo al termine del percorso e, come avveniva all’inizio, il momento finale è sottolineato da eventi carichi di pathos: il cunicolo, la stanza angusta, il rimbombo dell’acqua, la pietra appena sbozzata.
Nel percorso c’erano stati altri episodi, che nella loro particolarità, avevano dato forza al racconto centrale. Alla pietra si erano sostituiti spessi pannelli di graniglia rossa nella sala con la vasca a 42° - sala e vasca coincidono, sono sale d’acqua - e di graniglia azzurra nella sala a questa contrapposta con l’acqua alla temperatura di soli 14°; la materia “artificiale” (i pannelli di graniglia) sottolineava l’artificialità della temperatura rispetto a quella naturale della sorgente.
Ogni scelta progettuale, dalla generale all’ultimo dettaglio, sembra tesa all’estrema coerenza del racconto: sempre più ci accorgiamo che l’uso della pietra, la sua lavorazione e tessitura, sono intimamente legate a questo racconto progettuale.
Ci si chiede: questo estremo rigore compositivo e simultaneamente questo processo graduale e sofisticato, questa assoluta coerenza nell’uso della materia costruttiva, che cosa significano? Che cosa rappresenta, insomma tutto questo, e soprattutto, cosa vuole essere questo edificio?
Ci accorgiamo, alla fine del nostro percorso conoscitivo, di essere all’interno di una grotta sorgiva: massi di pietra erosi dall’acqua sorreggono le pareti di pietra di questo grande vuoto scavato nella montagna. Capiamo ora la forte orizzontalità della tessitura della pietra, che allude alla stratigrafia di un vero masso di quarzite scavato dal lento processo di erosione dell’acqua; l’eccezionalità della pianta, caratterizzata dalla forte consistenza dei massi cavi e che rifiuta, quindi, strutture puntiformi o lineari; lo stesso tetto giardino che continuando il manto erboso della montagna, rende ancora più allusiva la similitudine alla grotta sorgiva.
Il nostro racconto può terminare nella “sounding stone”, una saletta dove è possibile rilassarsi ascoltando una musica che deriva dal riverbero della pietra (*).
La voce della pietra, la poesia della pietra.

Nicoletta Novelli


*: Wanderungen. Musik für Klang steine Komposition Fritz Hauser (1996). Klang steine von Arthur Schneiter Alle Klänge stammen von in Schwingung Versetzten Steinen.
Top
VIDEO
 
 

LES THERMES DE PIERRE from Les Films d'Ici on Vimeo.

 

Top
MATERIALS
 
reinforced concrete, stone

Valser Quarzit

Top
LOCATION
 
Continent
Europe
Nation
Switzerland [Schweiz/Suisse]
Canton
Graubünden [Graubünden/Grischun/Grigioni]
District
Surselva
Circle
Lugnez
Town
Vals
Address
Vals, Hotel Therme
 
 
Telephone
+41.(0)81.9268080
Fax
+41.(0)81.9268000
Website
Top
MAP
 
 
Top
TYPOLOGY
 
ARCHITECTURE
Buildings for health and well-being
Spa buildings
Top
CHRONOLOGY
 
Project
1991 - 1994    
Realisation
1994 - 1996
Top
AWARDS
 
2010
Daylight Award - Velux Stiftung, ETH Wohnforum (Eidgenössische Technische Hochschule)
1998
Tutela della Soprintendenza ai Beni Monumentali del Cantone
Top
BIBILIOGRAPHIC REFERENCES
 
 
Frank Kaltenbach, "Einfac nur Mauerwerk? Wie man Steine zum Singen bringt/Simply Brickwork? How Bricks Can Be Made to Sing", Detail 10/2009 [Mauerwerk, Putz, Farbe/Wallings, Rendering, Coloration], "Diskussion/Discussion" pp. 1008-1009 (1006-1012)
Allison Arieff (ed.), SPA, Taschen, Köln 2008, pp. 164-171
Helene Binet (photo), Sigrid Hauser, Peter Zumthor, Peter Zumthor. Therme Vals, Verlag Scheidegger and Spiess, 2007
Barbara Stec, "Conversazioni con Peter Zumthor/Conversations with Peter Zumthor", Casabella 719, febbraio/february 2004 [Modi d'abitare], p. 11 (6-13)
Robin Tensas, "Le Alpi: un laboratorio di architettura?", VilleGiardini 375, dicembre/december 2001, p. 17 (16-19)
Peter Zumthor, Peter Zumthor Works. Buildings and Projects 1979-1997, Birkhäuser - Publisher for Architecture, Basel Boston Berlin, 1999, pp. 143-199
"Termas en Vals/Thermal Bath at Vals", El Croquis 88-89, 1998/I [Worlds one/Mundos uno], pp. 268-287
Dietmar Steiner, "Bagni termali, Vals, Svizzera/Thermal bath, Vals, Switzerland", Domus 798, novembre/november 1997 [Star System], pp. 27-35
"La caverna de la salud: banos termales, Vals, Suiza/The cave of health: thermal baths, Vals, Switzerland", Arquitectura Viva 56, septiembre-octubre/septembre-october 1997, pp. 86-93
Peter Zumthor, "Pietra e acqua", Casabella 648, settembre/september 1997, pp. 56-75 (52-75)
Mercedes Daguerre, Birkhäuser Architectural Guide Switzerland 20th Century, Birkhäuser, Basel 1997, p. 395
David Chipperfield, "Thermal Bath at Vals by Peter Zumthor", AA Files 32, autumn 1996, pp.72-75
Peter Zumthor, Thermal Bath at Vals, Architectural Association, London 1995
Top
EXHIBITIONS
 
 
The Thermal Bath at Vals, London, AA Exhibition Gallery, 16 february/22 march 1996
Top
CLIENT
 
 
Vals Municipal Administration
Top
AMOUNT
 
 
CHF 27.000.000
Top
DIMENSIONAL
DATA
 
Surface
sq.m. 1.750
Top
STRUCTURES
 
 
Jürg Buchli, Casanova + Blumenthal AG
Top
STAFF
 
Project
Atelier Peter Zumthor
Collaborators
Marc Löliger, Rainer Weitschies, Thomas Durisch
Consultant for energy and environment
Meierhans + Partner AG
Climate control (HVAC)
Meierhans + Partner AG
Musical consultant
Fritz Hauser (permanent soundinstallation: Wanderungen (Sounding Stones))
Top
ANNOTATIONS
 
 
 
Top
CREDITS
 
 
Photos © Monostudio, Ideabooks
Courtesy by Prestphoto | Architectour.net, Ideabooks

Peter Zumthor Therme Vals




If you haven't already clicked on the photo strip at the top of the page, for the gallery of photos [19 images], enter here
 
 
Contacts    Copyright © 2004 - 2017 MONOSTUDIO | ARCHITECTOUR.NET
 
| Disclaimer | Conditions of use | Credits |